Commercio ambulante

I principali adempimenti e requisiti per aprire una attività di commercio ambulante in forma itinerante:

  • Requisiti morali  e, per il settore alimentare, anche quelli professionali previsti dall'art. 71 del D.lgs. 59/2010 (Direttiva Bolkestein). Nel caso di impresa individuale tali requisiti devono essere posseduti dal titolare, nel caso di società, associazione, organismo collettivo, circolo, da un legale rappresentante o delegato.
  • Autorizzazione: solo per il commercio ambulante itinerante. Va chiesta al Comune: scaduti 30 giorni scatta il silenzio assenso. Per il commercio ambulante in sede fissa occorre partecipare a bandi.
  • Scegliere la forma giuridica dell'azienda (società di persone o di capitali), richiedere la partita IVA, scegliendo nel contempo il regime contabile. 
  • Comunicazione Unica (ComUnica) da inoltrare alla Camera di commercio, che permette di ottemperare agli obblighi di legge verso la stessa Cdc e verso INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate. Il servizio di inoltro della Comunicazione è erogato anche dalle Confcommercio territoriali.

Il sindacato degli Operatori su area pubblica Fiva Confcommercio è a disposizione per ulteriori indicazioni e gli approfondimenti in materia: Stefano Ragnacci, tel.075.5067136, s.ragnacci@confcommercio.pg.it

Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione