Novità fiscali del decreto Cura Italia diverse dalle proroghe

domenica 22 marzo 2020 18:03:23
Di seguito proponiamo una sintesi delle novità contenute nel Decreto Legge n. 18/2020, diverse dalla proroga versamenti e adempimenti, evidenziando che per molte disposizioni è necessario attendere l’emanazione di apposite Disposizioni attuative. Ricordiamo che il decreto dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni, non sono escluse dunque modifiche o integrazioni durante l’iter parlamentare di conversione in Legge.
Vedi anche: Fisco, tutte le proroghe previste dal decreto Cura Italia
INFO
Responsabile Fiscale Seac Confcommercio - Nicoletta Censi - Tel. 075.506711- n.censi@confcommercio.umbria.it
Art. 27 – INDENNITA’ PROFESSIONISTI E CO.CO.CO.
È previsto il riconoscimento di un’indennità per il mese di marzo di € 600 a favore di lavoratori autonomi titolari di partita IVA “attiva” al 23.2.2020 e soggetti titolari di rapporti di co.co.co. “attivi” alla medesima data, iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. L’ indennità va richiesta all’INPS, ma ad oggi non sono note le modalità operative, e non concorre alla formazione del reddito.

ART. 28 – INDENNITA’ ARTIGIANI E COMMERCIANTI
È previsto il riconoscimento di un’indennità per il mese di marzo di € 600 a favore dei lavoratori
autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago (Assicurazione generale obbligatoria- IVS artigiani e commercianti), non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della Gestione separata INPS.
Dubbi sono in attesa di essere chiariti per gli agenti e rappresentanti di commercio in quanto iscritti anche all’ENASARCO. L’ indennità va richiesta all’INPS, ma ad oggi non sono note le modalità operative, e non concorre alla formazione del reddito.
Le indennità degli articoli 27 e 28 non sono tra loro cumulabili e non sono riconosciute
ai percettori di reddito di cittadinanza.

ART. 35 – ADEGUAMENTO STATUTI E BILANCI ENTI DEL TERZO SETTORE
È stato differito dal 30.6 al 31.10.2020 il termine per la modifica degli statuti delle ONLUS, Organizzazioni di volontariato, Associazioni di Promozione Sociale, iscritte nei relativi registri.
I medesimi soggetti per i quali il termine di approvazione del bilancio ricade nel “periodo emergenziale” 1.2 - 31.7.2020, hanno la possibilità per il 2020 di approvare il proprio bilancio entro il 30.10.2020 “anche in deroga alle previsioni di legge, regolamento o statuto”.

ART. 37 - SOSPENSIONE VERSAMENTI CONTRIBUTI COLF
È prevista la sospensione dei termini relativi ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi INAIL dovuti dai datori di lavoro domestico in scadenza
nel periodo 23.2 - 31.5.2020. I versamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il 10.6.2020 senza sanzioni e interessi.

ART. 63 - PREMIO LAVORATORI DIPENDENTI
È previsto, a favore dei lavoratori dipendenti il riconoscimento di un premio per il mese di marzo 2020 pari a € 100 rapportato al numero di giorni di lavoro svolti
nella propria sede di lavoro nel predetto mese. Viene corrisposto se il reddito complessivo da lavoro dipendente relativo al 2019 non è superiore a € 40.000, non è tassato ed è riconosciuto dal datore di lavoro a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile 2020 che lo recupererà in compensazione tramite il mod. F24.

ART. 64 – CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE AMBIENTI DI LAVORO
È previsto, per il 2020, il riconoscimento di uno specifico credito d’imposta, a favore delle imprese e lavoratori autonomi, pari al 50% delle spese sostenute e documentate (fino ad un massimo di € 20.000) per la sanificazione degli ambienti e strumenti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio dal virus COVID-19. Le disposizioni attuative dell’agevolazione in esame sono demandate ad un apposito Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.

ART. 65 - CREDITO D’IMPOSTA NEGOZI E BOTTEGHE
È previsto, per il 2020, il riconoscimento di uno specifico credito d’imposta a favore degli esercenti attività d’impresa pari al 60% del canone di locazione relativo al mese di marzo 2020. Tale credito d’imposta:
- spetta con riferimento al canone di locazione relativo agli immobili di categoria catastale C/1
(negozi e botteghe);-
- non spetta ai soggetti esercenti le attività c.d. “essenziali” di cui agli Allegati 1 e 2, DPCM 11.3.2020 (ad esempio, negozi di alimentari, farmacie, ecc.);
- è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite il modello F24, utilizzando i canali Agenzia Entrate, con il codice tributo “6914”, a partire dal 25 Marzo 2020.


ART. 66 - EROGAZIONI LIBERALI A SOSTEGNO DEL CONTRASTO DEL COVID-19
È previsto il riconoscimento di una detrazione dall’imposta sul reddito (IRPEF e IRES) pari al 30% per le persone fisiche e enti non commerciali che effettuano, nel 2020, erogazioni liberali in denaro e in natura, al fine di finanziare gli interventi necessari al contenimento dell’epidemia COVID-19, a favore dello Stato, Regioni, Enti locali territoriali, enti e istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni. L’ammontare della detrazione non può superare 30.000 Euro. L’ammontare della detrazione spettante non può essere superiore a € 30.000.
È altresì prevista la deducibilità dal reddito d’impresa delle erogazioni liberali, in denaro e in
natura, effettuate nel 2020 da parte di imprese, che pertanto non sono considerate destinate a finalità estranee all’esercizio dell’impresa.


ART. 67 - SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DI CONTROLLO, LIQUIDAZIONE, ECC.
È disposta la sospensione dei termini nel periodo 8.3 - 31.5.2020 relativi alle attività di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso, di risposta alle istanze di interpello, ecc. da parte degli Uffici Entrate. La norma non richiama il ricevimento delle comunicazioni di irregolarità, cosiddetti avvisi bonari, né la sottoscrizione degli accertamenti con adesione, è pertanto auspicabile un intervento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

ART. 69 - PROROGA VERSAMENTO PREU
È prevista la proroga dal 30.4 al 29.5.2020 del versamento del PREU, e del canone concessorio relativo ad apparecchi new slot – AWP, e video lottery – VLT.
Il pagamento delle somme dovute può effettuato in rate mensili di pari importo con la
maggiorazione degli interessi legali calcolati giorno per giorno.
La prima rata va versata entro il 29.5.2020; le successive entro l’ultimo giorno del mese (l’ultima rata va versata entro il 18.12.2020).
È altresì previsto che non è dovuto, a decorrere dal mese di marzo e per tutto il periodo di sospensione dell’attività, il pagamento dei canoni concessori previsti per la proroga delle concessioni del gioco del Bingo.
È prorogata dal 1.1.2020 al 30.6.2020 l’entrata in vigore del Registro Unico degli operatori del gioco pubblico istituito dalla manovra finanziaria 2020.

ART. 71 - MENZIONE PER RINUNCIA ALLE SOSPENSIONI
Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze sono previste forme di menzione
per i contribuenti i quali, non avvalendosi di una o più tra le sospensioni di versamenti
previste effettuino alcuno dei versamenti sospesi e ne diano comunicazione al
Ministero dell’economia e delle finanze.

ART. 83 - SOSPENSIONE TERMINI GIUSTIZIA TRIBUTARIA
È disposta la sospensione per il periodo 9.3 - 15.4.2020 dei termini processuali per il compimento di qualsiasi atto nei procedimenti civili e penali, ivi inclusi quelli tributari.

ART. 96 - INDENNITÀ COLLABORATORI SPORTIVI
L’indennità prevista dall’art. 27 del Decreto DI € 600, è riconosciuta, per il 2020, anche a
favore dei soggetti con rapporti di collaborazione già in essere al 23.2.2020, presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, società, associazioni sportive dilettantistiche. Per il percipiente l’indennità in esame non concorre alla formazione del reddito. L’indennità è erogata da Sport e Salute spa, presentando apposita domanda; e autocertificazione attestante la preesistenza del rapporto di collaborazione e la mancata percezione di altro reddito da lavoro.

ART. 98 1° COMMA- BONUS PUBBLICITÀ
Per il 2020 cambia misura il “Bonus pubblicità” a favore di imprese, enti non commerciali e lavoratori autonomi che investono in “campagne pubblicitarie” è concesso nella misura unica del 30% degli investimenti effettuati (anziché del 75% degli investimenti incrementali). Restano valide le istanze presentate nel mese di marzo 2020, mentre le nuove andranno presentate dal 1 al 30/09/2020.

ART. 98 2° COMMA - BONUS EDICOLE
È previsto, per il 2020, l’aumento a € 4.000, anziché 2.000, del Bonus edicole,
ossia del credito d’imposta a favore degli esercenti attività commerciali operanti esclusivamente nella vendita al dettaglio di giornali, riviste, periodici parametrato agli importi pagati a titolo di IMU, TASI, Cosap e TARI con riferimento ai locali dove si svolge l’attività di vendita, nonché ad altre eventuali spese di locazione e altre spese individuate dal MEF, anche in relazione all’assenza di punti vendita della stampa nel territorio comunale.
Inoltre, per il 2020, il credito d’imposta in esame spetta anche per le spese di fornitura di energia elettrica e servizi telefonici e Internet, per i servizi di consegna a domicilio delle copie di giornali, ed è esteso anche alle imprese di distribuzione della stampa che riforniscono rivendite situate in Comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti e in Comuni con un solo punto vendita

ART. 104 – PROROGA VALIDITA’ DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO
È estesa fino al 31.8.2020 la validità dei documenti di riconoscimento, anche elettronici,
rilasciati da Amministrazioni pubbliche scaduti o in scadenza successivamente al 17.3.2020, tranne quelli validi per l’espatrio.

ART. 106 – APPROVAZIONE BILANCI 2019
In deroga alle disposizioni civilistiche o alle diverse previsioni statutarie, per le società di capitali l’assemblea ordinaria di approvazione del bilancio dell’esercizio chiuso al 31.12.2019 può essere convocata entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio, rispetto ai normali 120
giorni. Quindi, di fatto, l’assemblea per l’approvazione del bilancio 2019 può essere convocata
entro il 28.6.2020, che cade di Domenica.
Per agevolare lo svolgimento delle assemblee nel rispetto delle disposizioni volte a
ridurre il rischio di contagio, la società (spa, sapa, srl, società cooperativa e mutua assicuratrice)
può prevedere, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie che il voto sia espresso per via elettronica o per corrispondenza e l’assemblea si svolga, anche esclusivamente, mediante mezzi di telecomunicazione che garantiscano l’identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione e l’esercizio del diritto di voto senza necessità che il presidente e il segretario o il Notaio si trovino nel medesimo luogo.
Le srl possono inoltre consentire che l’espressione del voto dei soci avvenga mediante
consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto.
Le nuove disposizioni sono applicabili alle assemblee convocate entro il 31.7.2020 ovvero entro la data, se successiva, fino alla quale è operativo lo stato di emergenza connesso al “coronavirus”.

ART. 113 – PROROGA MUD
È prevista la proroga dal 30.4 al 30.6.2020 del termine di presentazione del modello unico di
dichiarazione ambientale (MUD).


Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione