Sisma, al via domande per 5 mila euro una tantum per lavoratori autonomi che hanno sospeso attività

venerdì 3 febbraio 2017 13:30:10
Dal 3 febbraio 2017, è possibile inviare le domande. Confcommercio Umbria assiste le imprese.
Dal 3 febbraio 2017, è possibile inviare le domande per la richiesta di indennità per il sostegno al reddito una tantum di 5mila euro per l'anno 2016 per i collaboratori coordinati e continuativi, i titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, i lavoratori autonomi, compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, che abbiano dovuto sospendere l'attività a causa degli eventi sismici e che operino esclusivamente o, nel caso degli agenti e rappresentanti, prevalentemente, in uno dei Comuni del perimetro del sisma.  Con il termine prevalentemente si intende che almeno il 50% del fatturato totale dei primi 8 mesi del 2016 derivi da rapporti commeciali con aziende con sede operativa ubicata nei Comuni sotto elencati.

Per l'Umbria i comuni del perimetro del sisma sono i seguenti individuati dalla norma: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant'Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera.

Fa parte del bacino anche il comune di Spoleto, limitatamente ai casi in cui vi sia provvedimento di inagibilità dell'edificio.

LA DOMANDA

Occorre collegarsi al seguente indirizzo web: http://lavoro.regione.umbria.it/indennitasisma, inviando obbligatoriamente la domanda sottoscritta e completa degli allegati all'indirizzo pec: lavoro@pec.regione.umbria.it con oggetto "Richiesta UNATANTUM".

Le domande redatte e trasmesse con modalità diverse da quelle indicate saranno considerate inammissibili.

La domanda, stampata e firmata dal soggetto interessato, deve essere corredata da copia fotostatica di un documento di identità del richiedente in corso di validità e, nel caso del Comune di Spoleto, di copia fotostatica dell'ordinanza di inagibilità dell'edificio ove si svolgeva l'attività lavorativa.


IL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONFCOMMERCIO UMBRIA

Confcommercio Umbria ha attivato sul territorio un servizio gratuito di assistenza alle imprese, partito immediatamente nell'area della Valnerina e che partirà lunedì 6 febbraio nelle altre zone.

Di seguito i riferimenti per attivare il servizio, Comune per Comune.
  • Confcommercio Valnerina per i Comuni di Norcia, Cascia, Preci, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo. Contattare la referente Giovanna Leoncilli, Tel. 344.2898524 - valnerina@confcommercio.umbria.it
  • Confcommercio Spoleto per i Comuni di Spoleto, Vallo di Nera, Scheggino, Sellano, Sant'Anatolia di Narco. Contattare la referente Adele Agliani, Tel. 0743.223417 - Fax 0743.207597 - spoleto@confcommercio.umbria.it
  • Confcommercio Terni per i Comuni di Ferentillo, Arrone, Polino, Montefranco. Contattare la referente Natascia Calanchini, Tel. 0744.405910 - terni@confcommercio.umbria.it

LE RICHIESTE DI CONFCOMMERCIO 

In attesa di vedere concretamente il testo definitivo del terzo decreto del Governo di cui si parla in questi giorni, Confcommercio continua a premere perchè siano accolte le sue richieste per soluzioni straordinarie e strutturali, tra cui l'istituzione di una "zona franca" dal punto di vista fiscale e, soprattutto, il riconoscimento del "danno indiretto" provocato da un terremoto che ha messo in ginocchio tutte le imprese di tutta la regione.

Contatta Confcommercio Umbria: siamo a disposizione