Imballaggi, entro il 20 gennaio la dichiarazione al Conai | Confcommercio

Imballaggi, entro il 20 gennaio la dichiarazione al Conai

Entro il 20 gennaio 2021 le aziende importatrici di merci imballate o imballaggi vuoti dovranno presentare la dichiarazione periodica CONAI. Le imprese sono tenute a dichiarare a CONAI i quantitativi di imballaggio ceduti/importati sul territorio nazionale.
martedì 12 Gennaio 2021 | iconCONDIVIDI iconSTAMPA

SOGGETTI OBBLIGATI

Se le imprese importano merce imballata o imballaggi vuoti, e quindi ricevono fatture di acquisto da un fornitore estero (UE ed EXTRA UE), sono tenute a presentare al CONAI una dichiarazione periodica che, a seconda del fatturato legato all’importazione, potrà essere annuale, trimestrale o mensile.

Le imprese che in riferimento all’anno precedente hanno dichiarato un Contributo Ambientale Conai inferiore alla soglia di esenzione, dovranno utilizzare la dicitura “Contributo CONAI assolto ove dovuto”.

La soglia di esenzione per l’anno in corso è pari a 100 €, calcolato applicando lo 0,10% (per prodotti non alimentari) o il 0,20% (per prodotti alimentari) sul valore delle importazioni: trattasi del valore delle merci imballate al netto di IVA e delle spese di trasporto.

IMPORTANTE

Il Consorziato che effettua per la prima volta acquisti dall’estero è tenuto ad inviare a CONAI una DICHIARAZIONE TRIMESTRALE del Contributo Ambientale CONAI, indipendentemente dal valore dello stesso; se risulta dal calcolo esente può presentarla anche annuale.

Esiste una soglia minima di Contributo ambientale al di sotto della quale CONAI non provvede alla fatturazione e l’azienda è esentata dall’obbligo di dichiarazione per gli anni successivi fino al superamento della stessa soglia.

 

Info e contatti

Sportello Rifiuti e Ambiente Seac Confcommercio Umbria
dott.ssa Amanda Calisti
tel. 075.506711