Incentivi prodotti sfusi, come ottenere il contributo a fondo perduto | Confcommercio
Incentivi prodotti sfusi, come ottenere il contributo a fondo perduto

Incentivi prodotti sfusi, come ottenere il contributo a fondo perduto

Dopo ben 2 anni di attesa, è finalmente arrivato il decreto attuativo per il bonus destinato alle attività commerciali che vendono prodotti sfusi o alla spina.
giovedì 28 Ottobre 2021 | iconCONDIVIDI iconSTAMPA

Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 ottobre 2021.

Scadenze

Le domande dovranno essere trasmesse esclusivamente tramite piattaforma https://padigitale.invitalia.it/ con SPID entro i seguenti termini:

  • per le spese sostenute nel 2020, dal 23 novembre 2021 al 24 gennaio 2022
  • per le spese sostenute nel 2021, entro il 30 aprile 2022.

 

Vedi la SCHEDA TECNICA.

Chi sono i destinatari

Il contributo economico a fondo perduto è riconosciuto agli esercenti commerciali di vicinato e a quelli di media e di grande struttura, che attrezzano spazi dedicati alla vendita ai consumatori di prodotti alimentari e detergenti sfusi o alla spina, nonchè all’apertura di nuovi negozi destinati esclusivamente alla vendita di prodotti sfusi.
L’esercente può promuovere il riutilizzo dello stesso contenitore per gli acquisti successivi al primo attraverso il sistema cauzionale.
La durata dell’attività di vendita, dalla concessione del contributo, non deve essere inferiore ai tre anni.

Agevolazione concedibile

Il contributo economico a fondo perduto è pari all’ammontare della spesa sostenuta nell’anno di riferimento e documentata, per ciascun punto vendita e per un importo massimo di euro 5.000 per ciascun esercente commerciale di vicinato e di media e di grande struttura, ovvero per l’apertura di nuovi negozi destinati esclusivamente alla vendita di prodotti sfusi.

Per accedere al contributo sono considerate ammissibili le spese sostenute per l’adeguamento dei locali, quali la progettazione e la realizzazione del punto vendita o dello spazio dedicato, per l’acquisto di attrezzature funzionali alla vendita di prodotti sfusi compreso l’arredamento o allestimento del punto vendita o dello spazio dedicato, nonchè per le iniziative di informazione, di comunicazione e di pubblicità dell’iniziativa.

Non sono considerate ammissibili le spese sostenute per l’acquisto o l’igienizzazione dei contenitori e dei prodotti alimentari e detergenti venduti.
L’effettività e l’attinenza delle spese sostenute risulta da apposita attestazione rilasciata dal presidente del collegio sindacale, ovvero da un revisore legale iscritto nel registro dei revisori legali, o da un professionista iscritto nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, o nell’albo dei periti commerciali o in quello dei consulenti del lavoro, ovvero dal responsabile del centro di assistenza fiscale.
Il contributo economico è alternativo e non cumulabile, in relazione alle medesime voci di spesa, con ogni altra agevolazione prevista da normativa nazionale o europea.
Ai fini del mantenimento del contributo economico a fondo perduto, i beneficiari presentano, entro il 31 gennaio di ciascun anno e per i successivi tre anni dalla concessione del contributo, al Ministero della transizione ecologica una dichiarazione sostitutiva di atto notorio del decreto ai sensi del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, mediante piattaforma informatica disponibile sul sito: www.minambiente.it

Termini per la domanda

L’esercente che ha sostenuto le spese ammesse nel corso del 2020 potrà presentare domanda dal 23 novembre 2021 al 24 gennaio 2022.

Chi invece ha sostenuto e sosterrà le spese ammesse al contributo nel 2021 potrà presentare domanda entro il 30 aprile 2022.

Dall’inoltro della domanda decorreranno 90 giorni entro i quali verrà comunicato al richiedente l’esito della richiesta e, in caso di accoglimento, verrà comunicato anche l’importo del contributo riconosciuto.

Il contributo sarà riconosciuto secondo l’ordine di presentazione delle domande e fino all’esaurimento delle risorse.

Revoca del contributo

Il contributo economico è revocato:

  • nel caso in cui venga accertata, anche successivamente all’accoglimento della domanda, l’insussistenza di uno dei requisiti previsti;
  • nel caso di svolgimento dell’attività di vendita per un periodo inferiore ai tre anni.
Allegati
Scheda Bando Vendita Prodotti Sfusi o Spina
DOWNLOAD
Info e contatti

Servizio Bandi ed Incentivi Confcommercio Umbria
Provincia di Perugia – 075 506711
Provincia di Terni – 0744 405910