Milleproroghe, le disposizioni di maggior interesse per le imprese | Confcommercio

Milleproroghe, le disposizioni di maggior interesse per le imprese

Entrato in vigore il cosiddetto Decreto Milleproroghe per il 2021, che contiene eterogenee disposizioni dedicate alla proroga dei termini nelle più svariate materie. Sintetizziamo le più importanti in materia normativa, fiscale e del lavoro.
giovedì 7 Gennaio 2021 | iconCONDIVIDI iconSTAMPA
AREA FISCALE

Proroga semplificazioni per Assemblee societarie
Proroga, fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 e comunque non oltre il 31 marzo 2021, delle disposizioni in tema di semplificazione degli adempimenti assembleari già previste dal decreto Cura Italia.

Tra le principali semplificazioni ricordiamo:

  • facoltà di convocare l’assemblea ordinaria entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, in deroga agli articoli 2364, comma 2, e 2478-bis c.c. o alle diverse disposizioni statutarie;
  • possibilità di prevedere  nella convocazione delle assemblee  l’espressione del voto in via elettronica o per corrispondenza e l’intervento all’assemblea mediante mezzi di telecomunicazione, anche laddove l’utilizzo di tale strumento non sia previsto negli statuti;
  • possibilità di prevedere che l’assemblea si svolga, anche esclusivamente, mediante mezzi di telecomunicazione che garantiscano l’identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione e l’esercizio del diritto di voto.

Proroga lotteria degli scontrini
Per la lotteria degli scontrini, precedentemente prevista per il 1° gennaio 2021, viene disposto che l’avvio sarà definito con provvedimento dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, da adottare entro e non oltre il 1° febbraio 2021.

Viene stabilito che in caso di rifiuto da parte dell’esercente di acquisire il codice lotteria, il consumatore potrà segnalare la circostanza sul portale della Lotteria a partire dal 1° marzo 2021. Le segnalazioni saranno utilizzate dall’Agenzia delle entrate e dalla Guardia di finanza nell’ambito delle attività di analisi del rischio di evasione.

AREA LAVORO

Proroga Smart Working
Proroga fino al  31 marzo 2021 dell’utilizzo della procedura semplificata di smart working introdotta dal Decreto Rilancio ( D.L. 19 maggio 2020, n. 34). Grazie ad essa è possibile adibire il lavoratore alle proprie mansioni in regime di lavoro agile  con una semplice comunicazione via mail, senza necessità di specifici accordi sindacali né firme in presenza.

Proroga termini di prescrizione delle contribuzioni
I termini di prescrizione delle contribuzioni di previdenza e assistenza sociale obbligatoria sono sospesi fino al 30 giugno 2021.

Proroga obbligo di sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori fragili
La disposizione obbliga i datori di lavoro, pubblici e privati, ad assicurare la sorveglianza sanitaria “eccezionale”, svolta dal medico competente o, nei casi in cui non sia obbligatoria la sua nomina, dall’Inail, tramite i propri servizi territoriali e su richiesta del datore di lavoro.

ALTRI PROVVEDIMENTI

Proroga in materia di adeguamento degli apparecchi atti a ricevere servizi radiotelevisivi
Proroga al 1° gennaio 2021 la data dalla quale, negli apparecchi atti a ricevere servizi radiotelevisivi venduti dalle aziende produttrici ai distributori, non è richiesta la presenza di un sintonizzatore analogico. Stabilisce, inoltre, che sia l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ad indicare nuove codifiche da integrare nei ricevitori, indicando altresì i relativi congrui tempi di implementazione.

Proroga obbligo etichettatura imballaggi
Viene sospeso fino al 31 dicembre 2021 le nuove modalità di etichettatura ambientale degli imballaggi che, pertanto, entreranno in vigore il 1^ gennaio 2022.  E’ entrato in vigore invece l’obbligo dei produttori di indicare, ai fini della classificazione e identificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione.

Proroga sospensione esecuzione dei provvedimenti di sfratto per morosità, nonché delle procedure esecutive sulla prima casa
Viene prorogata al 30 giugno 2021, limitatamente ai provvedimenti di rilascio adottati per mancato pagamento del canone alle scadenze (cd sfratto per morosità) ed ai provvedimenti di rilascio conseguenti all’adozione del decreto di trasferimento di immobili pignorati che siano abitati dal debitore e dai suoi familiari, la sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili, anche ad uso non abitativo, prevista dall’articolo 103, comma 6, del DL 18/2020.
Viene, inoltre, estesa fino alla stessa data la sospensione delle procedure esecutive immobiliari, che abbiano ad oggetto l’abitazione principale del debitore.

 

 

Info e contatti

Area Fiscale
dott.ssa Nicoletta Censi
Area Lavoro
dott.ssa Martina Sacchetti
Area Normativa
dott.ssa Michela Martini
tel. 075.506711