Occupazione suolo pubblico giù del 65%, Assisi riduce la tariffa per i pubblici esercizi | Confcommercio
Occupazione suolo pubblico giù del 65%, il Comune di Assisi riduce la tariffa per i pubblici esercizi

Occupazione suolo pubblico giù del 65%, Assisi riduce la tariffa per i pubblici esercizi

La Giunta comunale ha deliberato, per gli anni 2022 e 2023, la riduzione del 65% della tariffa di occupazione temporanea di suolo pubblico per i pubblici esercizi. Il presidente di Confcommercio Vincenzo Di Santi: “E’ un’ottima notizia. Grazie all’amministrazione comunale che ha accolto le nostre richieste”.
venerdì 5 Agosto 2022 | iconCONDIVIDI iconSTAMPA

Una buona notizia per i pubblici esercizi di Assisi. La Giunta comunale ha infatti deliberato, per gli anni 2022 e 2023, la riduzione del 65% della tariffa di occupazione temporanea di suolo pubblico – per le imprese di pubblico esercizio, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande – riferita alle aree esterne delle attività occupate con tavoli, seggiole, fioriere, ombrelloni.
La riduzione si applica a condizione che la durata delle occupazioni temporanee sia non inferiore a 60 giorni; non è inoltre cumulabile con le riduzioni orarie già previste dal Regolamento comunale per le occupazioni di durata inferiore a 7 ore.

LEGGI LA DELIBERA

“Siamo grati alla Giunta comunale, al sindaco Stefania Proietti e all’assessore al commercio Valter Stoppini”, commenta il presidente di Confcommercio Assisi Vincenzo Di Santi, “per aver dato ascolto alle esigenze delle nostre imprese, che dopo due lunghi anni di pandemia devono ora fronteggiare altre pensanti emergenze, determinate anche dalle vicende internazionali e dal rialzo dei costi energetici.
Le nostre imprese, insomma, si trovano ancora in notevole difficoltà a sostenere il peso di tasse e tariffe locali, dovendosi anche misurare con gli aumenti importanti di energia e gas, un andamento dei consumi condizionato pesantemente dall’inflazione su livelli record e dall’aumento delle spese obbligate per le famiglie.
Invitiamo ora tutte le aziende a contattare l’Ufficio Tributi del Comune di Assisi per ricalcolare le tariffe e a recarsi successivamente all’ufficio preposto al rilascio delle autorizzazioni per ritirare le concessioni.
Per ogni ulteriore informazione, anche il nostro ufficio Confcommercio ad Assisi è sempre a disposizione”.

“Si tratta”, secondo il vice sindaco con delega al commercio Valter Stoppini, “di un’altra delle misure approvate da questa amministrazione per favorire i titolari di esercizi pubblici che dopo due anni di pandemia hanno risentito degli effetti della pandemia e un sostegno per l’attività di accoglienza e ricettività che si concretizza nell’allestimento di spazi aperti al pubblico. Un modo concreto questo per aiutare un settore, quello turistico, che è stato ampiamente penalizzato e che ha bisogno di risollevarsi perchè conta centinaia e centinaia di posti di lavoro, perchè rappresenta un pezzo importante della nostra economia”.

Allegati
Delibera Giunta comunale Assisi
DOWNLOAD
Info e contatti

Confcommercio Assisi e Valfabbrica
Tel. 075.813280 – cell. 346/1301115