Sisma 2016, ulteriori contributi per risarcire il danno indiretto | Confcommercio
Sisma: proroga credito di imposta per investimenti in beni strumentali

Sisma 2016, ulteriori contributi per risarcire il danno indiretto

Danno indiretto da sisma: per la ripresa delle attività economiche sono disponibili oltre 4,3 milioni di euro. La domanda dal 29 luglio al 30 settembre 2021.
mercoledì 21 Luglio 2021 | iconCONDIVIDI iconSTAMPA

C’è tempo fino al prossimo 30 settembre 2021 per presentare la domanda per ottenere i contributi per il cosiddetto ‘danno indiretto’ previsto dall’articolo 20 bis del decreto legge n. 189/2016 per favorire, in seguito agli eventi sismici del 2016, la ripresa produttiva delle imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi e del commercio e artigianato, nonché delle imprese che svolgono attività agrituristica.

Va ricordato che il decreto sul cosiddetto “danno indiretto“, l’unico che prevede contributi economici per tutte le imprese umbre che hanno subito un calo di fatturato a seguito del sisma, è stato ottenuto grazie alla mobilitazione di tutto il sistema Confcommercio, che per questo risultato si è battuta senza sosta subito dopo il sisma.

Nel nuovo avviso le risorse finanziarie disponibili ammontano complessivamente a oltre 4,3 milioni di euro, di cui il 50 per cento destinate esclusivamente alle imprese localizzate nei territori dei comuni di Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera.

Cosa prevede il decreto sul danno indiretto

Imprese beneficiarie

Sono beneficiarie dei contributi le imprese del territorio regionale, di qualsiasi dimensione, in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

  • iscritte nel registro imprese con una o più unità produttive1, risultanti dal Registro delle imprese, ubicate in Umbria o titolari di partita IVA con luogo di esercizio dell’attività in Umbria;
  • operatività in Umbria antecedente al 24 febbraio 2016;
  • in caso di imprese artigiane, attività esercitata in tutti i settori (fatta eccezione per quelli dell’agricoltura primaria, della pesca e dell’acquacoltura);
  • in caso di imprese non artigiane, attività esercitata nei settori tassativamente individuati nell’Allegato 1 del Decreto;
  • riduzione del fatturato non inferiore al 30%.
Risorse disponibili

Le risorse finanziarie destinate al riconoscimento dei benefici di cui alle presenti disposizioni ammontano complessivamente ad euro 4.396.104,95.
E’ costituita una riserva di euro 2.198.052,47, pari al 50% di cui sopra destinato esclusivamente alle imprese localizzate nei territori dei comuni di Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera.

Contributi concedibili

I contributi concedibili sono previsti nel limite massimo del 70% della riduzione del fatturato, determinata come differenza tra il valore conseguito nei sei mesi intercorrenti tra il 19 gennaio 2017 e il 19 luglio 2017 e il valore medio dei medesimi sei mesi del triennio precedente.

In caso di imprese beneficiarie operanti in Umbria da meno di tre anni precedenti gli eventi sismici, il fatturato medio è calcolato con riferimento al periodo in cui l’impresa è stata operante; e comunque in misura non superiore ai costi della produzione e ad euro 50.000,00 (elevato a euro 75.000,00 per le imprese in possesso del rating di legalità).

I contributi sono concessi ai sensi del Regolamento de minimis.  In alternativa, le piccole e medie imprese che hanno la sede operativa nei Comuni di Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera ed hanno sospeso totalmente o parzialmente l’attività sono applicabili particolari disposizioni (Regolamento di esenzione).

Costi ammissibili

Ai fini della concessione dei benefici sono ammissibili i costi di produzione sostenuti in due esercizi consecutivi individuati tra quelli intercorrenti gli esercizi 2017 e 2020 compresi, al netto delle voci “ammortamenti e svalutazioni”, “accantonamenti per rischi”, “altri accantonamenti”:
Per le imprese che usufruiscono del Regolamento di Esenzione, il beneficio viene determinato sulla base dei costi dei danni subiti esclusivamente come conseguenza diretta degli eventi sismici, valutati da un esperto indipendente, tramite perizia giurata e asseverata, o da un’impresa di assicurazione.

Domanda di contributo

La domanda (in bollo) per la concessione del contributo deve essere inoltrata esclusivamente tramite PEC (posta elettronica certificata) in formato PDF al seguente indirizzo: usr.bandiegare@pec.regione.umbria.it indicando, obbligatoriamente, nell’oggetto della PEC la seguente dicitura: “Articolo 20 bis D.L. 189/2016 – domanda di concessione contributi finalizzati alla ripresa economica“.
Per la data di invio della domanda e delle eventuali integrazioni e di ogni altra comunicazione tramite PEC fanno fede i riferimenti temporali, data e ora, riportati sul messaggio ricevuto che attesta l’avvenuto invio ai sensi del d.lgs 82/2005 art. 6.
La domanda per la concessione del contributo e gli allegati devono essere prodotti esclusivamente sulla modulistica approvata pena l’esclusione della stessa.

Periodo di presentazione della domanda

Le domande vengono presentate esclusivamente dal 29 luglio 2021 al 30 settembre 2021 pena la irricevibilità delle stesse.

Alla domanda deve essere allegata:

  • Richiesta di liquidazione del contributo;
  • Per le imprese tenute alla presentazione del bilancio eventuale bilancio approvato, qualora non ancora depositato presso il registro delle imprese;
  • Per le imprese non tenute al deposito del bilancio: dichiarazione dei redditi relativa ai redditi di ciascun esercizio del biennio scelto come riferimento per la determinazione dei costi di produzione, nonché copia dei bilanci degli stessi anni per quelle che operano in regime di contabilità ordinaria; dichiarazione dei redditi relativa ai redditi di ciascun esercizio del biennio scelto come riferimento per la determinazione dei costi di produzione, nonché copia della situazione economica relativa agli stessi anni per quelle che operano in regime di contabilità semplificata
Modalità di concessione dei contributi

I contributi sono concessi sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria.
La graduatoria delle domande di contributo è redatta in ordine decrescente sulla base dell’entità, in percentuale, della riduzione del fatturato.
Qualora nel valore in termini percentuali della riduzione del fatturato non vengano indicate le due cifre decimali poste dopo la virgola, le stesse si considerano pari a zero. (es: 30% equivale a 30,00%).
A parità di punteggio ottenuto in termini di entità percentuale della riduzione del fatturato si applica l’ordine cronologico di presentazione delle domande di contributo.
La graduatoria redatta secondo i criteri di cui ai punti precedenti è suddivisa in due sezioni separate:

  • La prima sezione è riservata esclusivamente alle imprese con sede operativa nei comuni del cratere ed è stilata fino all’ammontare della riserva di cui al medesimo articolo;
  • La seconda sezione è relativa sia alle imprese operanti nei comuni del cratere non finanziabili con la riserva per incapienza di fondi sia alle imprese con sede operativa nei restanti comuni umbri.

Le somme eventualmente eccedenti, a seguito della concessione di contributo a tutte le imprese incluse nella prima sezione, verranno destinate al finanziamento di quelle incluse nella seconda sezione.

Erogazione del contributo

Il contributo viene erogato in un’unica soluzione.
Per le imprese che scelgono come periodo di riferimento per la determinazione dei costi di produzione i bienni 2017-2018 oppure 2018-2019, l’erogazione avviene entro 60 giorni dall’approvazione della graduatoria e conseguente concessione del contributo.
Per le imprese che scelgono come periodo di riferimento per la determinazione dei costi di produzione il biennio 2019-2020, il contributo sarà liquidato entro 60 giorni dall’invio della documentazione (che avviene entro 60 giorni dall’approvazione del bilancio di esercizio 2020 o della dichiarazione dei redditi relativa a quel periodo).

 

Allegati
Allegato 1 - Elenco Codici Ateco
DOWNLOAD
Info e contatti

Servizio Bandi ed Incentivi Confcommercio Umbria
Provincia di Perugia – 075.506711
Provincia di Terni – 0744.405910

Confcommercio Valnerina
Tel. 346 6387597 – valnerina@confcommercio.umbria.it

Confcommercio Spoleto
Tel. 0743 223417 – spoleto@confcommercio.umbria.it

Confcommercio Terni
Tel. 0744 405910 – terni@confcommercio.umbria.it